Chi Siamo
Diocesi - Gruppi
Servizi
Sezioni Speciali



Corso Emmaus per i giovani

Da Venerdì 15 a Domenica 17 Ottobre si è tenuto il corso di Evangelizzazione 'Emmaus' per tutti i giovani del RnS in Liguria a cura della nostra equipe regionale per l'evangelizzazione.

Ecco le foto e qui di seguito le prime testimonianze...

Mi sento di scrivere una piccola testimonianza sui giorni trascorsi alla Piccola città dell’Immacolata, riguardo ai tanti doni che ho ricevuto nell’occasione.

Prima del ritiro:

Son arrivato col cuore pieno di stanchezza e povero di coraggio. Avevo accumulato tanta sfiducia, dovuta principalmente alle difficoltà che avevo incontrato nei giorni precedenti nel rapportarmi con persone anticristiane, le quali pensando esclusivamente ai propri interessi mettevano a dura prova la mia speranza di poter compiere i progetti che il Signore mi aveva assegnato.

In particolare, è un periodo in cui mi stò adoperando per l’acquisto di una casa dove poter formare una famiglia insieme con la mia attuale fidanzata.

Il progetto di una famiglia è cosa grande, ecco perchè “l’inquilino del piano di sotto” ci mette il suo nel mio tentativo di acquistarla, mettendo a dura prova prima me stesso e poi tutte le altre persone con le quali entro inevitabilmente in contatto per il raggiugimento dello scopo.

Ecco perchè, ogni volta che pregavo, ponevo la seguente domanda al Signore: “Signore, io cerco sempre di operare nel bene e di compiere questo progetto che Tu mi chiedi, perchè tu hai concepito la famiglia fin dai tempi della creazione. Come posso io, da solo, contrastare il male e l’individualismo col quale troppo spesso mi scontro nel rapportarmi con gli altri? Come posso io, da solo, compiere i tuoi progetti se questi prevedono l’intervento di altre persone, miei fratelli, che non sono in pace con te?”.

Chiedevo inoltre: “Signore, tutto quello che faccio è per te che sei la mia gioia, perchè compiendo i tuoi progetti io sono felice e mi sento pienamente realizzato. Vuoi forse lasciarmi solo in questa lotta contro il male?”

Arrivo quindi al ritiro con queste domane, e con una mentalità di completo abbandono e di sete delle sue parole e dei suoi consigli, una sete fortissima che chiedeva la Sua presenza ed il Suo conforto.

Durante il ritiro:

Prima catechesi e testimonianza: I discepoli di Emmaus.

Una bellissima catechesi, intensa e ricca della presenza dello Spirito. In più momenti ho fatto fatica a trattenere le lacrime: “Perchè trattenere le lacrime? Ecco il mio primo muro tra me e Lui, quella d’indossare sempre la maschera del forte e del coraggioso, dell’inpavido, il grande Luca che non piange mai..”

I discepoli si stavano allontanando da Gerusalemme: “Anch’io mi stavo allontanando da Dio, perchè avevo perso le speranze ed il coraggio nell’affrontare il male del mondo”.

Gesù gli si accostò ma loro non se ne accorsero: “Io mi sforzo di compiere i progetti del Signore, ma mi sentivo solo (vedi prima del ritiro) e non sentivo la presenza del Suo Spirito”.

Spezzò il pane e lo riconobbero, ma lui subito scomparve: “Quante volte l’ho riconosciuto guardando dentro me. Quante volte ho poi dubitato della Sua presenza..”

Alla fine della catechesi e della testimonianza, un fratello mi abbraccia dicendomi: “Grazie per tutto quello che fai per me!”. Ecco, in questo preciso istante ho riconosciuto la Sua presenza, era la parola che cercavo! Lo Spirito si è servito di quel mio fratello per ringraziarmi dei miei piccoli sacrifici e sforzi nel voler compiere il Progetto di cui prima del ritiro.

Il Signore mi ha ringraziato nonostante Lui abbia già tutto!!

Lo Spirito dunque era sceso anche su di me, inevitabilmente mi sentivo povero ed in colpa nei suoi riguardi, perchè solo qualche giorno prima l’avevo messo da parte: Avevo urgente bisogno di una confessione.

Il ritiro prevedeva anche una piccola rappresentazione di Gesù nel tempio, quando si proclamò quale Egli è. Indovinate un po’ chi fra i 30 e più partecipanti è stato scelto per interpretare Gesù? Bè, la risposta è prevedibile per voi che leggete questa testimonianza, non per me in quel momento. Lo Spirito ancora una volta voleva rendermi omaggio assegnandomi Il ruolo: “Perchè proprio me Signore? Sono io indegno e traditore davanti alla Tua legge. Perchè proprio me?”

Dunque mentre Lo interpretavo esclamando: “Scruta le scritture, perchè esse mi danno testimonianza!”, guardavo negli occhi i miei fratelli e sentivo un po’ quello che Gesù avrà provato mentre annunciava la pienezza dei tempi, ossia quel desiderio forte di manifestarsi quale Egli è ma allo stesso tempo di sapere che in molto non lo avrebbero compreso. La domanda che mi son fatto è stata: “Quante volte noi non siamo disposti ad accoglierlo, nonostante si manifesti con parole chiare?”.

Il ritiro prevedeva che i partecipanti fossero uniti a coppie di due, per cui anch’io avevo il mio “Cleopa” dal quale non mi sarei mai dovuto separare.

Fine del ritiro:

Alla fine del ritiro ognuno di noi doveva scrivere su un foglio la parola che più lo avesse colpito, per poi metterle tutte insieme e quindi estrarle ognuno a caso.

Indovinate un po’ quale parola mi è stata data? 2 Cr 20,15: “Non temete e non vi sgomentate a motivo di questa gran moltitudine; poiché questa non è battaglia vostra, ma di Dio”. Il Signore ha voluto manifestarsi fino alla fine del ritiro con questa parola, a supporto di quello che ho scritto a proposito delle mie difficoltà nel “pre-ritiro”.

Per finire la mia testimonianza vi pongo un’ultima domanda: “secondo voi, chi è che ha scritto quelle parole su quel foglio...?”

La risposta la lascio a voi..!

Abbiate Fede!!!!

Grazie

Luca

 


 

Salve sorelle e fratelli!

Questi due giorni sono stati brevi ma carichi, densi di emozioni e spiritualità. Questi giorni hanno avuto, per me, un importante valore educativo. Grazie alla discussione e ripresa del tema dei discepoli sconsolati di Emmaus che fuggono da Gerusalemme per ritornare alla loro città, si è solidificata in me l'idea che fare le fughe e scappare da situazioni spiacevoli è il modo peggiore per affrontarle perchè se scappi l'ostacolo rimane. Forse lo eviti ma non lo affronti e non lo elimini. Abbiamo poi riflettuto sulla Parola di Dio.Ma in fondo chi è la Parola di Dio? E' Gesù Cristo in persona e divinità!!E la Bibbiaè la nostra compagna di viaggio, personale e universale.

Le catechesi di Antonio, Orietta e le due Marie Grazie sono state molto emozionanti, profonde e...una specialmente a carattere ludico. Le parole qui espresse non esauriscono certo la complessità delle vicende vissute da ognuno con dinamiche particolari e personali.

Concludo questa testimonianza con l'augurio che tutte le persone che abbiano appena iniziato questo cammino nel RnS come in altri gruppi religiosi possano sempre essere accolti come veri fratelli e sorelle, amici e amiche e non da... turisti.

Un abbraccio sincero.

Isabella

 


 

Ci sarebbero molte cose da scrivere su questi fantastici giorni passati insieme!!!

Anche se fuori il tempo era brutto, dentro quella casa c'era la luce del Signore che ci guidava e ci ha fatto capire l'importanza della sua parola.. "Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino"

Accompagnati dal nostro Cheopa abbiamo vissuto forti momenti di catechesi, di canti e di lodi..il tutto contornato da una bella comunione fraterna e da ottimo cibo..

E il divertimento? Quello non è di certo mancato..era proprio buono quel bicchierino d'acqua..e quanto eravamo belli con quei vestiti?!? Sono sicuro che questo week-end abbia portato e porterà buoni frutti

Un vero Grazie a Gesù che ci ha concesso tutto questo. E un grazie anche a tutta l'Equipe, alle cuoche Barbara e Marta..a Fabiano che con la sua allegria ci ha testimoniato e fatto ridere allo stesso tempo..e a tutti i presenti

Sergio

 


 

Il corso “Emmaus” a cui ho partecipato il 15,16, 17 ottobre 2010 è stato una bellissima esperienza. Ringrazio l’Equipe che ci ha guidato in questi tre giorni (Antonio, Fabiano, Grazia, Maria Grazia, Orietta e Valentina) per la loro testimonianza, perché sono davvero persone che hanno Dio nel cuore, e il loro esempio è uno stimolo in più a percorrere la strada del Signore. Li ringrazio per averci dato l’occasione di conoscere di più la Parola di Dio, e nel mio caso di scoprirne l’importanza.

Il corso è stata un’occasione stupenda  di incontro con persone che pensano prima agli altri e poi a se stesse. Mi riferisco anche a chi ha cucinato per noi ottimi pranzi e cene (Barbara Ileana e Marta), mangiando sempre dopo gli altri, a volte anche piatti diventati ormai freddi, preoccupandosi prima di noi. Questi tre giorni sono stati per me un’occasione per conoscere ragazze e ragazzi, insomma una bellissima occasione di incontro. Un’occasione per cantare insieme, grazie a chi suonava la chitarra e altri strumenti, animando tutte le attività. E anche un’occasione per chiedere scusa al Signore, grazie al tempo che Padre Maurizio ha messo a nostra disposizione per le confessioni.

Ho deciso di partecipare  a questo corso inizialmente non tanto convinta, conoscendo poche persone e senza sapere cosa mi aspettava, e invece sono entusiasta…e lo consiglio!

Silvia

 

 
 
© 2020 RnS Liguria
Joomla! is Free Software released under the GNU General Public License.
Informativa Cookies